lavori testata

Bari

OM thumbpdfScarica la scheda

L’oggetto dell’appalto riguarda l’ampliamento del piazzale del Posto Neve di Bari Sud sito lungo l’Autostrada A14, Bologna-Bari-Taranto al km 679+000, in prossimità della stazione di Bari Sud. Il progetto prevede l’ampliamento dell’area pavimentata del suddetto Posto Neve al fine di potenziarne la capacità operativa. Il Posto Neve (PN) oggetto di intervento, ubicato in prossimità dell’uscita di Bari Sud, si colloca in un complesso di proprietà ASPI comprendente:

  • la DT 8;
  • tettoie per il ricovero dei mezzi neve;
  • fabbricato PM-PN e stoccaggio cloruri.

L’attuale area del PN risulta pavimentata in conglomerato bituminoso e solo in parte delimitata tramite barriere New Jersey. Ad Ovest, adiacente al fabbricato dei locali tecnici, si trova l’ingresso carrabile alla suddetta area, sul retro, ad Est, si trova un’area adibita a parcheggio, a servizio degli operatori della DT, coperta da tettoie e a confine con la sede autostradale, diversamente a Sud è stato rilevato un fosso per lo smaltimento delle acque di piazzale e sul lato Nord un’area a verde.
Lo stato conservativo generale del piazzale è buono, infatti la pavimentazione esistente si presenta priva di dissesti. Nell’ambito della riqualificazione del Posto Neve di Bari Sud, la soc. Autostrade per l’Italia spa intende ampliare il piazzale del PN.
E’ in questa direzione che si inserisce il presente progetto che recepisce le indicazioni della Committente. Tali indicazioni sono di natura sia normativa ed urbanistica, per quanto concerne le norme e gli standard in vigore, sia temporale e finanziaria, in riferimento ai limiti progettuali indicati. A questo proposito è stato fondamentale il sopralluogo avuto in loco, poi tradotto in esigenze funzionali al miglioramento dell’uso dell’area. In modo particolare tra le esigenze primarie vi è:

  • la realizzazione di una nuova recinzione in rete metallica, delimitante l’attuale piazzale pavimentato nonché il suo ampliamento, oggetto del presente progetto;
  • posa in opera di un cancello d’accesso automatico e di un cancello scorrevole di accesso all’area di stoccaggio;
  • una ricollocazione dello spazio di stoccaggio, lontano dal palo della rete elettrica a Sud;
  • un adeguamento della rete per lo smaltimento delle acque di piazzale, poiché l’intervento prevede una modifica dell’attuale profilo del terreno nell’area di ampliamento, nonché una modifica del profilo di parte del piazzale esistente al fine di convogliare le acque meteoriche verso un unico punto di raccolta;
  • la piantumazione di nuovi alberi in numero uguali a quelli che verranno rimossi al fine dell’ampliamento del piazzale;
  • un adeguamento dell’impianto di illuminazione a servizio del piazzale;
  • l’installazione di un sistema di videosorveglianza;
  • la realizzazione di una tettoia leggera per il ricovero di contenitori ermetici.