lavori testata

A26

A26 01 thumbpdfScarica la scheda

L’appalto riguarda la Direzione Lavori per il progetto di riqualificazione delle pavimentazioni dello spartitraffico (aiuola centrale) propedeutico all’installazione di barriere di sicurezza di tipo new jersey monofilare in cls dal km 0+000 al km 14+614 dell’A26/A04 Diramazione Stroppiana - Santhià.

Il precedente impianto di barriere di sicurezza per spartitraffico è costituito da due file contrapposte di barriere metalliche a due onde con paletti infissi su terra, pavimentazione e opere sottili in calcestruzzo. Su opera d’arte, due file contrapposte di barriere metalliche a due onde con montanti M100 infissi su cordolo o soletta in c.a., posti con interasse pari circa a 3.60 m, e corrimano.

La Società Autostrade per l’Italia, a seguito dei contenuti del D.M. LL.PP. del 03/06/98 e del D.M. LL.PP. 21/06/04 “Aggiornamento delle istruzioni tecniche per la progettazione, l’omologazione e l’impiego delle barriere stradali di sicurezza e le prescrizioni tecniche per le prove delle barriere di sicurezza stradale”, ha ritenuto quindi opportuna la sostituzione di tali impianti di sicurezza con nuove barriere idonee ad assorbire parte dell’energia di cui è dotato il veicolo in movimento, limitando gli effetti d’urto sui passeggeri e sui terzi eventualmente presenti.

Il progetto prevede infatti (1) la rimozione delle attuali barriere di sicurezza metalliche, (2) la pavimentazione della fascia centrale, attualmente attrezzata a verde, per una fascia di larghezza pari a m 2,80 e (3) la messa in opera della barriera di sicurezza a profilo new jersey in c.a. di altezza 100 cm e di base 62 cm, del tipo monofilare, simmetrico (certificato di omologazione n° 100 del 15/02/07 e codice identificativo ABESCA E T100).

Questa tipologia di barriera viene utilizzata anche in corrispondenza di quattro opere d’arte ad impalcati separati con vuoto al centro, previa realizzazione di una soletta di collegamento del tipo “appoggiato-appoggiato” tra i due impalcati.

L’utilizzo di una barriera monofilare consente il raggiungimento dell’obiettivo di miglioramento della sicurezza, attraverso la sostituzione delle barriere spartitraffico attualmente in opera con altre a maggior contenimento energetico.

In corrispondenza delle pile di cavalcavia ed a protezione delle stesse, viene utilizzata la barriera new jersey bordo ponte in cls, previa realizzazione di cordolo in c.a. (report di crash n° 313 del 14/09/05 e 330 del 10/11/05 - codice identificativo ABESCA-NJBP). Questa barriera viene utilizzata anche sui cordoli di coronamento di tre opere d’arte ad impalcati separati con vuoto al centro.